Zappalà e Morganti, i sommersi e i danzati

MATTEO BRIGHENTI | La danza, il segno, il movimento. C’è una danza che non si ferma al segno e lo oltrepassa: il movimento diventa evocazione di mondi, situazioni che riconosciamo, e ci parlano, interrogano, provocano da vicino. C’è una danza, invece, che non riesce ad andare al di là di ciò che fa: segno e […]