Info paneacqua culture

Fra xenofobia culturale e briciole ai giovani nel nuovo FUS, in Italia la frittata è fatta

RENZO FRANCABANDERA | “Più tempo passa un cuore senza battere, più difficile è farlo rivivere”. Sicuramente non siamo gli unici in Europa a vivere le complicazioni di un momento della Storia in cui le risorse pubbliche sono un punto critico nel rapporto con l’arte e lo spettacolo in particolare, se è vero che qualche giorno […]

Contro il Teatro Ragazzi

RENZO FRANCABANDERA | Ci sono categorie e definizioni che nell’arte occorre abolire. Che non definiscono una corrente artistica, una modalità di espressione, una forma del pensiero, ma che segmentano, pretendendo di individuare chi debba esserne beneficiato o interessato. Come se l’arte non avesse bisogno di parlare a categorie ampie, a farsi promotrice di unire, piuttosto […]

Favino si, Favino no: sventolando il bandierone e l’Italia è questa qua!

RENZO FRANCABANDERA | E alla fine sbarca niente meno che a Sanremo. Certo ce n’è voluto di tempo, visto che stiamo parlando di una cosa di quarant’anni fa. Non proprio una novità, potremmo dire. Ma ieri, ad un’ora dalla nomina del vincitore, la direzione artistica del Festival mette in programma un monologo di quattro minuti […]

L’arte, i soldi e la vecchiaia: Tarantino – De Falco in Giuseppe Verdi a Napoli

RENZO FRANCABANDERA | Un anno e mezzo fa, quasi due, fui coinvolto nella pubblicazione di un testo inedito per il teatro di Antonio Tarantino, recente premio Ubu alla carriera, per i tipi della Cue Press. In quell’occasione mi fu chiesto di pensare ad una copertina e ad un’introduzione per quello scritto, la cui pubblicazione era […]

La classe operaia ha solo cambiato nome (forse), ma l’inferno è uguale. Ne parliamo a teatro?

RENZO FRANCABANDERA | La classe operaia va in Paradiso. Una pellicola il cui solo nome fa un’epoca. La leggenda vuole che l’idea del remake per il teatro della sceneggiatura di Elio Petri e Ugo Pirro sia venuta a Lino Guanciale, attore divenuto noto al grande pubblico per la presenza nella serialità televisiva e nel recente […]

Teatro dei Venti e l’Ubu senza patafisica

RENZO FRANCABANDERA | I sagomatori, i grossi fari teatrali con le alette che ne dirigono il fascio luminoso definendone l’ampiezza, emanano porzioni tiepide di luci da cui appaiono a mala pena le figure. In un buio che vede la platea disposta su due lati e l’azione in uno spazio al centro, prende vita su alcuni […]

Moravia, tre attori giovanetti e il Loris che non t’aspetti

RENZO FRANCABANDERA | Anni Ottanta. Italia. Roma. Una giovane coppia etero di trentenni o poco più nel suo appartamento; lei si racconta a lui con un fare strano, concitato, a volte recitato a volte preso, folle. Lui interroga lei, in modo stringente. Cerca di farle confessare le sue passioni extra coniugali. Lei divaga in modo […]

Lola Arias, il teatro e l’equivoco dell’estetica relazionale

ANDREA CIOMMIENTO | L’Arena del Sole di Bologna ha ospitato a gennaio “Atlas des Kommunismus” di Lola Arias, la regista argentina conosciuta nel mondo per le sue creazioni partecipative grazie al lavoro con “persone reali” e non attori professionisti. È la prima volta che arriva in un teatro italiano anche se nelle sale cinematografiche abbiamo […]

L’acrobata e la memoria che scompare. Con le sue storie

RENZO FRANCABANDERA | L’acrobata. E’ uno spettacolo che ripercorre, nel ricordo della madre, la storia di suo figlio morto, nemmeno trentenne, per le sue idee. Senza vincere. Destinatario il giovane nipote di lei, figlio di lui, di mestiere pagliaccio. Che senso ha credere? Obbedire a un’idea? Combattere per quell’idea o per un valore? Non è […]

“La conquista della felicità”, ovvero sia lode all’amante (della vita)

RENZO FRANCABANDERA | Il nostro tempo pare aver bisogno di modelli. L’uomo ha bisogno di modelli. E il teatro, ovviamente, che racconta l’uomo e il suo tempo. Da sempre. Il modello incarna qualcosa a cui ci si può riferire. Con cui ci si può confrontare. Ci sono eroi negativi, eroi positivi. Poi c’è una categoria […]