Kilowatt Sansepolcro 2017 e la politica culturale nella video intervista a Luca Ricci

RENZO FRANCABANDERA | Cento cittadini di Sansepolcro, di ogni fascia d’età, che hanno voluto partecipare al rito collettivo di omaggio alla madrina del festival, Ermanna Montanari, oltre 1890 biglietti venduti nei primi quattro giorni di festival, performances che hanno registrato il tutto esaurito e lunghe liste d’attesa, senza contare la grande affluenza agli spettacoli offerti […]

Oltre il turismo con le Orestiadi di Gibellina: intervista al direttore artistico Claudio Collovà

FILIPPA ILARDO |È l’unico festival in un’estate siciliana dove la parola Teatro compare come appendice alla voce turismo. È il Festival Internazionale delle Orestiadi di Gibellina, giunto alla XXXVI edizione, che si svolgerà quest’anno dal 15 luglio al 12 agosto. Un mese complessivo di eventi tra 20 spettacoli; 7 concerti; 4 prime nazionali (per il programma […]

Inverness di Barbagia: il Macbettu di Alessandro Serra

RENZO FRANCABANDERA E ELENA SCOLARI | ES: La virilità. Macbeth ha a che fare con la virilità, non trovi? Concetto un po’ sfumato, oggi, anche in teatro. Ma Macbeth è la tragedia della carneficina, e le carneficine sono affare da uomini. Tutti uomini sono gli attori in scena per il Macbettu di Sardegna Teatro/Teatropersona. Proprio come ai tempi di […]

Vista teatrale dal Pollino: i bocciuoli di Primavera dei teatri/parte#1

ELENA SCOLARI | Per chi scrive è la prima volta in Calabria quindi la prima volta al festival Primavera dei teatri a Castrovillari, organizzato dalla compagnia Scena Verticale. Sei giorni per 14 spettacoli e altrettante compagnie. L’atmosfera è amichevole ma assai professionale, l’organizzazione impeccabile. Anche questo festival, come tanti altri nell’estate teatrale italiana, ravviva un […]

“Direttore artistico, non contabile”: intervista a Cigni sulla chiusura di Orizzonti

MATTEO BRIGHENTI | “Non mi va di alimentare le polemiche, mi sento su un altro piano, quello del rispetto: mi dispiace per gli artisti, i tecnici, le persone che venivano a Chiusi e vivevano Orizzonti Festival come un’opportunità”. Andrea Cigni risponde in esclusiva a PAC dal suo studio al Conservatorio di Musica di Cremona ‘Claudio […]

L’irresistibile effetto Elsinore: Amleto FX di Vico Quarto Mazzini

ELENA SCOLARI | Della sempiternità di Amleto abbiamo già detto e non finiremo di ribadirla. E innumerevoli prove si snocciolano per le stagioni di tutto il mondo. Proprio la folla di principi di Danimarca che ancora oggi popola le scene dal Manzanarre al Reno, dalle Alpi alle Piramidi, da Broadway al West End rende non […]

Le mie bestie di scena: videointervista ad Emma Dante

RENZO FRANCABANDERA | Alla fine dice la sua. Dopo tutto il dibattito che il suo spettacolo ha sollevato, dopo i ripetuti TUTTO ESAURITO che il sito del Piccolo Teatro di Milano annotava alla voce Biglietti, per quasi tutte le date di replica di Bestie di Scena, la regista racconta il suo lavoro, il suo momento […]

La voce della paura tra le spighe: i Giganti di Roberto Latini

ELENA SCOLARI | Un testo incompiuto è quanto di più congeniale Roberto Latini possa scegliere per una sua messinscena. Per di più un testo incompiuto di Luigi Pirandello, autore complesso anche nei suoi lavori completi. Con l’aggiunta della caratteristica metateatrale I giganti della montagna è un’opera che si presta perfettamente alla riflessione sul contrasto tra finzione […]

Quando si ferma l’Orologio: Roma e le sue contraddizioni nel teatro dell’assurdo

RENZO FRANCABANDERA | Non vorremmo iniziare questo articolo dicendo che Roma è una città nel marasma: rischieremmo una gogna mediatica che non abbiamo tempo di fronteggiare. Certo però lascia stupiti come, di fronte a problematiche certamente note e che occorre anche ovviamente risolvere perché riguardano tematiche di rispetto della legge, la solerte amministrazione di Virginia […]

Il colonialismo di Frosini/Timpano: Acqua di colonia tra Kant e il barista sotto casa

ELENA SCOLARI | Vi ricordate quando a scuola nelle interrogazioni di geografia ci mettevano davanti a un’implacabile cartina muta? Per non rimanere altrettanto muti si studiavano capitali, fiumi, affluenti, catene montuose, anche gli anfratti mai battuti da piede umano. Chissà in quale regione del cervello è finito tutto quel sapere… Se oggi mi toccasse un esame […]