L’irresistibile effetto Elsinore: Amleto FX di Vico Quarto Mazzini

ELENA SCOLARI | Della sempiternità di Amleto abbiamo già detto e non finiremo di ribadirla. E innumerevoli prove si snocciolano per le stagioni di tutto il mondo. Proprio la folla di principi di Danimarca che ancora oggi popola le scene dal Manzanarre al Reno, dalle Alpi alle Piramidi, da Broadway al West End rende non […]

Le mie bestie di scena: videointervista ad Emma Dante

RENZO FRANCABANDERA | Alla fine dice la sua. Dopo tutto il dibattito che il suo spettacolo ha sollevato, dopo i ripetuti TUTTO ESAURITO che il sito del Piccolo Teatro di Milano annotava alla voce Biglietti, per quasi tutte le date di replica di Bestie di Scena, la regista racconta il suo lavoro, il suo momento […]

La voce della paura tra le spighe: i Giganti di Roberto Latini

ELENA SCOLARI | Un testo incompiuto è quanto di più congeniale Roberto Latini possa scegliere per una sua messinscena. Per di più un testo incompiuto di Luigi Pirandello, autore complesso anche nei suoi lavori completi. Con l’aggiunta della caratteristica metateatrale I giganti della montagna è un’opera che si presta perfettamente alla riflessione sul contrasto tra finzione […]

Quando si ferma l’Orologio: Roma e le sue contraddizioni nel teatro dell’assurdo

RENZO FRANCABANDERA | Non vorremmo iniziare questo articolo dicendo che Roma è una città nel marasma: rischieremmo una gogna mediatica che non abbiamo tempo di fronteggiare. Certo però lascia stupiti come, di fronte a problematiche certamente note e che occorre anche ovviamente risolvere perché riguardano tematiche di rispetto della legge, la solerte amministrazione di Virginia […]

Il colonialismo di Frosini/Timpano: Acqua di colonia tra Kant e il barista sotto casa

ELENA SCOLARI | Vi ricordate quando a scuola nelle interrogazioni di geografia ci mettevano davanti a un’implacabile cartina muta? Per non rimanere altrettanto muti si studiavano capitali, fiumi, affluenti, catene montuose, anche gli anfratti mai battuti da piede umano. Chissà in quale regione del cervello è finito tutto quel sapere… Se oggi mi toccasse un esame […]

Roberto Latini e la macchina amletica di Heiner Müller

ELENA SCOLARI | Amleto ci sopravvivrà. Ogni suo ingranaggio, ogni suo dubbio aleggerà sopra i nostri successori, anche quando sembrerà schiacciato tra gli ingranaggi prosaici e scricchiolanti dell’età moderna e futura. L’AMLETO + DIE FORTINBRASMACHINE di Roberto Latini segue la teoria di Jan Kott (saggista e critico teatrale polacco) secondo la quale Fortebraccio, ultimo a comparire in scena […]

Ma quindi, va visto questo Pinocchio di Latella?

RENZO FRANCABANDERA | I social media rappresentano una modalità di divulgazione del parere personale davvero singolare. Gli utenti chiedono, alle loro cerchie, pareri su argomenti diversissimi e non è raro assistere a richieste sul fatto che convenga o meno andare a vedere uno spettacolo. Si affida la scelta, in genere,  al sentimento e alle impressioni […]

Politica culturale e nuove generazioni: Renata Coluccini, fra teatro ragazzi e ruolo sociale del programmatore

RENZO FRANCABANDERA | Dal 1975 il Teatro del Buratto di Milano è un’istituzione che opera in dialogo con il territorio ed una parte fondamentale del tessuto sociale, ovvero le famiglie e i più giovani. Abbiamo incontrato Renata Coluccini, da anni fra i referenti di questo gruppo di lavoro attivo nella ricerca dei linguaggi per le […]

Brexit, USA e le elezioni drammaturgicamente perfette. L’Europa poco sexy e guardona, fra votazioni e arte

RENZO FRANCABANDERA | E’ incredibile come un fenomeno sociale come le elezioni siano tornate al centro della considerazione planetaria. Era da tempo che nello stesso anno e per nazioni diverse, l’opinione pubblica mondiale non tornava ad interessarsi in modo ossessivo e centrale della decisione popolare. Tutti a leggere, linkare, informarsi, pare essere tornati in anni […]

Il bello e l’Estasi: questioni metodologiche fra arte, scuola e giovani in Italia

RENZO FRANCABANDERA | Che tipo di lavoro critico è possibile fare nell’epoca del superamento dell’estetica per come tradizionalmente intesa, e soprattutto nell’epoca del digitale? L’analisi del bello si fonda sempre più sul giudizio soggettivo, relativo, un canone eminentemente personale, possibilmente condiviso con pochi altri per idem sentire o formazione, corroborato spesso dall’analisi vuoi di elementi di […]