Roma, Italia, Teatro, Lavoro: video intervista ad Antonio Calbi, direttore del Teatro di Roma

RENZO FRANCABANDERA | L’occasione è stata l’allestimento di RITRATTO DI UNA NAZIONE – L’ITALIA AL LAVORO, in particolar modo la messa in scena della prima parte, di otto dei Venti quadri teatrali dalle regioni del Paese, dall’ 11 al 16 settembre al Teatro Argentina di Roma. Un’idea che, concentrandosi sulla tematica del lavoro nelle sue […]

Short Theatre 2017 tra nuove convenzioni e partecipazione attiva. Intervista a Fabrizio Arcuri

LAURA NOVELLI | I profondi cambiamenti sociali cui  abbiamo assistito negli ultimi anni e cui assistiamo pressoché quotidianamente sempre più impongono l’esigenza di nuovi assetti antropologici, nuove strategie di costruzione di senso, nuovi modi di immaginare il domani. E’ dunque necessario chiedersi quale strade l’arte e la cultura debbano intraprendere per rafforzare l’umano, per costruire […]

Quanta forza nella minuta Emilia di Giulia Lazzarini !

LAURA NOVELLI | “Giulia adorabile e adorata! Tutto il mio bene, la mia stima a te, da sempre, se ci pensi bene. […] ti ho ritrovata sempre più brava, straordinariamente brava, matura, cosciente, precisa, lucida e abbandonata, sempre giustamente sospesa tra intuizione e critica, in un equilibrio quasi incredibile tra un altissimo mestiere di teatro […]

Il “Natale in casa Cupiello” di Latella: appunti per un classico universale

ESTER FORMATO | Sotto una gigantesca stella cometa gli attori tutti in nero e bendati, disposti in fila sul proscenio, declamano del “Natale in casa Cupiello”, le didascalie, le battute, gli accenti. Al centro, vestito di bianco, Luca Cupiello, l’unico a non enunciare le didascalie delle proprie battute, delegate invece alla voce collettiva degli altri. È […]

Paolo Mazzarelli: io, il Messico e il gioco del teatro

PAOLO MAZZARELLI | La conferenza stampa dello spettacolo si svolgeva in una piccola sala situata all’interno del teatro. Attori, regista e distributore internazionale, eravamo tutti schierati ad un tavolo assieme all’organizzatore messicano; di fronte a noi una cinquantina di sedie occupate da una ventina di giornalisti messicani. In prima fila lei, la più agguerrita, occhi […]

La Storia è un cupio dissolvi nei Colloqui di Elena Bucci

ANGELA BOZZAOTRA | Il Teatro di Roma programma in stagione una serie di opere teatrali ispirate al tema della guerra, per la maggior parte in scena al Teatro India, tra le quali è inserito la “drammaturgia in musica” di e con Elena Bucci Colloqui con la cattiva dea – piccole storie dalla grande guerra. Poiché risulta sterile una critica […]

Questo marasma chiamato “Europa” : il Candide di Ravenhill secondo Fabrizio Arcuri

ANGELA BOZZAOTRA | Un pastiche di commedia e tragedia, dunque una farsa agrodolce, l’ultimo lavoro di Fabrizio Arcuri presentato al Teatro Argentina di Roma, basato sul Candide di Mark Ravenhill. La rilettura (che serve solo da base) dell’omonimo racconto filosofico di Voltaire ha lo scopo di corroborare la critica all’ottimismo e al buonismo che caratterizzano la società contemporanea. Primo strato: […]

Virgilio Sieni alla ricerca del gesto perduto

IRIS BASILICATA | Quando il 29 maggio del 1913 Igor Stravinskij sentì le risate e le prese in giro del pubblico durante la prima rappresentazione de Le sacre du Printemps, coreografata da Nizinskij, abbandonò la sala. L’opera è stata poi definita un vero e proprio scandalo artistico per le aggregazioni sonore e il ritmo dinamico […]

Il Lear di Bond: l’apocalittico senso di paura che dominerà il mondo

LAURA NOVELLI | Un precipizio a picco nel male e nella violenza. Un tremante affresco del sopruso fisico, psicologico, morale, ideologico che gli esseri umani sono capaci di perpetrare ai danni dei loro simili. Un universo di relazioni familiari e di equilibri politici inghiottito in un tunnel di terrore e minaccia. Insomma, un’apocalittica visione di […]

La crisi della famiglia: dal Commesso Viaggiatore a Il prezzo di Popolizio

 LAURA NOVELLI | Sono passati quasi dieci anni da quel riuscito allestimento di Morte di un commesso viaggiatore in cui Eros Pagni (diretto da Marco Sciaccaluga) interpretava un Willy Loman dalla compostezza dignitosa e insieme dalla febbrile drammaticità. Rammento che quel lavoro mi aveva colpito molto, regalandomi il desiderio di leggere più approfonditamente le opere […]